CONSULENZA ED ASSISTENZA LEGALE IN DIRITTO CIVILE E COMMERCIALE
Raffaele Rizzo - Avvocato a La Spezia

Corte Costituzionale sentenza N. 286 del 2016

La Consulta con la sentenza n. 286/2016 del 21 dicembre 2016 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'automatica assegnazione ai figli del cognome paterno prevista dal combinato disposto degli artt. 237, 262 e 299 c.c., 72, comma 1, R.D. n. 1238/1939; e 33 e 34 d.P.R n. 396/2000 nella parte in cui non consente ai coniugi, di comune accordo, di trasmettere ai figli, al momento della nascita, anche il cognome materno". Conseguentemente è stato dichiarato incostituzionale, ai sensi dell'art. 27 della legge n. 87 del 1953, l'art. 299, terzo comma, cod. civ., "nella parte in cui non consente ai coniugi, in caso di adozione compiuta da entrambi, di attribuire, di comune accordo, anche il cognome materno al momento dell'adozione".

La decisione segna un nuovo passo in avanti su una materia ferma in Parlamento da tempo, dove purtroppo giace il disegno di legge di riforma che prevede la possibilità di scegliere tra i cognomi dei genitori o di attribuire il doppio cognome.