CONSULENZA ED ASSISTENZA LEGALE IN DIRITTO CIVILE E COMMERCIALE
Raffaele Rizzo - Avvocato a La Spezia
 
Chi può essere interdetto?

Il maggiore di età e il minore emancipato, i quali si trovino in condizioni di abituale infermità di mente, che li renda incapaci di provvedere ai propri interessi. Essi sono dunque dichiarati interdetti quando ciò è necessario per assicurare la loro adeguata protezione.

[ ]
Chi può essere inabilitato?

Il maggiore di età infermo di mente, lo stato del quale non sia talmente grave da far luogo all'interdizione.

[ ]
Il minore di età può essere interdetto o inabilitato?

Si, nell'ultimo anno della sua minore età il minore non emancipato può essere interdetto o inabilitato. L'interdizione o l'inabilitazione ha effetto dal giorno in cui il minore raggiunge la maggiore età.

[ ]
Come si instaurano i procedimenti di interdizione e di inabilitazione?

I procedimenti di interdizione e di inabilitazione si promuovono con ricorso al tribunale.

[ ]
Quale tribunale è competente per il procedimento di interdizione relativo al minore emancipato e per quelli di interdizione o di inabilitazione relativi al minore nell'ultimo anno della minore età?

In questi casi è competente il tribunale per i minorenni.

[ ]
Chi può presentare il ricorso per l'interdizione o l'inabilitazione?

Oltre agli stessi interdicendi o inabilitandi, il ricorso può essere presentato dal coniuge, dai parenti entro il quarto grado, dagli affini entro il secondo grado, dalla persona stabilmente convivente, dal tutore o curatore ovvero dal pubblico ministero.

 

[ ]
Durante il procedimento di interdizione o inabilitazione il giudice può nominare un tutore provvisorio dell'interdicendo o un curatore provvisorio dell'inabilitando?

Si, il giudice istruttore può nominare un tutore provvisorio dell'interdicendo o un curatore provvisorio dell'inabilitando anche d'ufficio.

[ ]
Il decreto di nomina del tutore provvisorio dell'interdicendo o del curatore provvisorio dell'inabilitando sono soggetti a pubblicità?

Si, il decreto di nomina del tutore provvisorio dell'interdicendo o del curatore provvisorio dell'inabilitando devono essere immediatamente annotati a cura del cancelliere nell'apposito registro e comunicati entro dieci giorni all'ufficiale dello stato civile per le annotazioni a margine dell'atto di nascita.

[ ]